Focus C


Focus C

Le piante in serra

Secondo i giardinieri-ortolani che ne sono responsabili, la serra della Tenuta Monsordo Bernardina è “come un’arca di Noè”, dove la cura e la sapienza dell’uomo rendono possibile la convivenza di piante molto diverse tra loro. Tutte le coltivazioni - dentro e fuori la serra - sono condotte in regime biologico e biodinamico.

Oltre 400 le specie botaniche presenti in serra e negli orti durante l’anno.

DIVISE TRA:

  • specie orticole
  • perenni
  • erbe da taglio e germogli a ciclo breve

Alcuni esempi di specie curiose:

  • Rungia klossii. Un’erba con il gusto del porcino.
  • Salvia elegans. Una salvia dal profumo di ananas.
  • Spilanthes oleracea. Un fiore che anestetizza la bocca.
  • Hondbesseion lanuginosum. Una pianta con foglie che profumano di formaggio maturo francese.
  • Mesembryanthemum crystallinum. Un ficoide glaciale con foglie carnose e sapide, dall’aspetto brinato.
  • Mentha "Chocolate". Una menta dal sapore di cioccolato.
  • Artemisia abrotanum. Una pianta dal sapore di cola.

I mesi cruciali per il lavoro in serra e negli orti:

Febbraio/Marzo/Aprile: semine in serra, lavorazione della terra, messa a dimora
delle piantine negli orti.

Maggio/Giugno/Luglio: raccolta, innaffiatura, protezione delle piante dal caldo, trattamenti contro eventuali problemi fitopatologici, messa a dimora degli ortaggi invernali.

Ottobre: raccolta degli ultimi ortaggi estivi, coltivazione in coltura protetta.

Dicembre/Gennaio: programmazione con lo chef Enrico Crippa, ordine delle sementi.